Ikea elimina 7.500 posti di lavoro e la Francia non sarà risparmiata

Ikea elimina 7.500 posti di lavoro e la Francia non sarà risparmiata; questa notizia è stata annunciata dal CEO di Inter Ikea Group dallo scorso novembre. Questo rinnovo avrà luogo fino al 2020 ; i licenziamenti avverranno quindi in due o tre ondate durante quest’anno.

Questa instabilità causa preoccupazione tra persone che sono sempre state a Ikea. A proposito, il gigante del mobile svedese è in territorio francese dal 1981. Sia vecchio che nuovo paura di perdere il lavoro.

Un primo dal 1.981

Advertisements
Advertisements

Fin dalla sua fondazione in Francia, Ikea non ha mai realizzato un progetto di licenziamento così massiccio come questo. Secondo il portavoce del gruppo, questa decisione è stata presa per migliorare le capacità di marketing di Ikea. Quindi, in Francia saranno eliminati 209 posti di lavoro, contro i 160 posti di lavoro creati . Anche in questo caso, le riclassificazioni non sono sicure, perché nessuno dei lavoratori assunti che saranno licenziati può fingere una nuova posizione all’interno dell’azienda.

Inoltre, queste voci cancellate riguardano in particolare lavori burocratici. I dipendenti del negozio sono quindi più o meno meno fuori pericolo. Ciò che preoccupa la maggior parte dei dipendenti Ikea in tempo attuale è il fatto di non sapere esattamente in quale ramo dell’azienda i licenziamenti saranno intrapresi.

Una storia di competizione

L’abolizione di tutte queste posizioni a Ikea è basata su una storia di competizione di marketing. Infatti, ultimamente Ikea ha sperimentato alcuni alti e bassi nel loro flusso di mercato a causa del presenza virtuale e massiccia del gruppo amazzonico. I manager di Ikea quindi preferisco rivisitare la loro strategia di vendita alla radice per essere in grado di migliorare fallo come principale concorrente. La storia da seguire …

Advertisements