Test positivo di un farmaco anti-malaria

Il Dr. Brian Foy dell’Università del Colorado ha completato il test positivo di un farmaco anti-malaria. Quest’ultimo è un biologo che ha specializzato in malattie trasmesse da vettori e ha avviato proprio questo progetto ambizioso da alcuni anni. queste Finora sono stati condotti studi sulle terre dell’Africa tropicale. In effeti, La malaria è molto presente in queste aree del nostro pianeta.

Intorno al 2013, il medico ha condotto studi su campo relativo al suo progetto in Senegal. Lui e il suo team hanno già visto il corretto funzionamento del vaccino. Di recente, il Dr. Brian Foy ha guidato gli altri prove in Burkina Faso e sono state fatte migliori rivelazioni.

Test condotti in Burkina Faso

Advertisements
Advertisements

Il medico ha sfruttato ivermectin nella realizzazione di la sua medicina L’ivermectina è un agente antiparassitario alla base. Nel combattimento contro la malaria, quest’ultimo fungerà da “insetticida” nel nella misura in cui sarà fatale per le zanzare anofele femminili. Negli altri termini, il sangue delle persone a chi Avrebbe iniettato ivermectina diventerà mortale per le zanzare.

In Burkina Faso, il dottore e il suo team hanno lavorato con adulti e bambini di diversi villaggi. Ogni paziente ha diritto a 18 settimane di trattamento ad una dose somministrata ogni tre settimane. È stato quindi notato che si è registrata una notevole riduzione dei casi di malaria nelle aree di studio. Eppure è stato davvero un campo più che favorevole alla malaria.

È possibile sradicare la malaria una volta per tutte?

Dopo questi studi in Burkina Faso, si è concluso che Riduzione del 20% della malaria infantile nella regione. Oggi, i ricercatori lavorano di più sul farmaco e altre soluzioni anti-infettive per rivendicare risultati migliori. Stiamo ancora aspettando di vedere il prossimo quindi test. Ad ogni modo, ci chiediamo sempre se è ora possibile vivere in un mondo senza malaria.

Advertisements